Albania

Spedizione annuale del Komiteti Pajtimi Mbarekometar (Comitato Internazionale di Riconciliazione) nel 2012

Tirana, 23 Dicembre 2012

1. Introduzione
Il Komiteti Pajtimi Mbarekombetar, (Comitato di Riconciliazione Internazionale, d’ora in poi KPM), presenta il rapporto della spedizione annuale inerente alla situazione attuale della violenza nella società, sugli omicidi per hakmarrje e gjakmarrje, sugli elementi che incentivano gli omicidi e sulla necessità di collaborazione per la diminuzione e la maggiore prevenzione del fenomeno.

LEGGI TUTTO IL RAPPORTO

Da “Shekulli on line” pubblicato alle 10:00 di giovedì 22 Novembre 2012
http://shekulli.com.al/web/p.php?id=9091&kat=87

SHKODËR – La polizia di Scutari ha fermato l’autore della vicenda che è successa martedì vicino l’Università di Scutari, in cui è rimasto uccisa una persona e ferite altre due. Alfred Vukaj, di 16 anni da Shllak, residente nel villaggio di Bardhaj nel comune di Rrethina, è stato fermato dalla polizia come coautore dell’omicidio di  Aleksandër Qarri e il ferimento di  Lekë Marku e Augustin Begesë. Secondo la polizia il 16-enne insieme con il figlio dello zio paterno Sandër Vukaj, fermato un giorno fa per illecita detenzione di armi da fuoco, sono gli autori della vicenda.

Leggi tutto...

Da “Gazeta Shqiptare” di Giovedì 22 Novembre 2012
SHKODER/ Sono rimasto addolorato quando ho saputo che ho assassinato un innocente”
“Volevo uccidere il giakesin (1), ho sparato per sbaglio su un altro”
Il 16enne: I marku mi hanno ucciso 1 fratello e tre parenti

Alla polizia di Shkoder sono bastate poco meno di 48 ore per far luce su tutta la vicenda che ha portato alla morte il 24-enne Aleksander Qarri, in un attentato nel centro della città. Dopo indagini sul passato della vittima e dei due feriti, le tute blu di Shkoder sono arrivati a scoprire e ad arrestare, nelle prime ore di giovedì, il 16-enne Alfred Vukaj considerato colpevole dei crimini commessi martedì.

Leggi tutto...

Da “Gazeta Shqiptare ”del 30 ottobre 2012

“No alla scomunica per gjakmarrje (vendette di sangue), non sono favorevole al decreto”
Monsignor Rrok Mirdita si esprime contro il metropolita di Scutari

Monsignor Rrok Mirdita si è espresso a sfavore della scomunica per vendette di sangue. Il vescovo afferma di non essere d’accordo con la decisione del metropolita di Scutari, perché a suo parere la fine delle vendette non si raggiunge con un decreto. Inoltre, aggiunge, colui che uccide, colui che infrange i comandamenti di Dio, lui stesso si auto scomunica per il crimine che compie.

Leggi tutto...

Da Gazeta Shqiptare 21 Luglio 2012
Omicidio del 71enne, parla il sospettato: Sono in Grecia, prenderò la vendetta verso coloro che mi hanno ucciso il figlio
Jetmir Llani: Non ho ucciso io Mark Shkreta
L’accusato alla polizia: Non mi vendico su un vecchio

“Non ho ucciso io Mark Shkreta. Non colpisco un vecchio. Quando mi vendicherò colpirò quelli che mi hanno ucciso il figlio”. Jetmir Llani che è sospettato come autore dell’assassinio di Mark Shkreta, in segno di vendetta per l’omicidio di suo figlio Endri Llani, di 9 anni, avvenuto il 5 giugno a Mamurras, parla con Gazeta Shqiptare affermando che non ha nessun legame con la grave vicenda avvenuta a Tirana in via Hoxha Tahsim. Egli afferma di essere ad Atene da una settimana insieme al fratello Muharrem per cure mediche.

Leggi tutto...