In Albania dall’inizio di dicembre gli studenti protestano ininterrottamente contro la riforma dell’Università, che prevedrebbe un aumento delle tasse universitarie e l’aggiunta di una tassa ulteriore per sostenere gli esami.
Senza cedimenti alla violenza né abbandono del campo, i giovani si ritrovano nelle piazze, urlano slogan rivolti alla Ministra dell’Educazione Lindita Nikolla, bloccano il traffico, minacciano scioperi della fame fino a che le loro richieste non verranno ascoltate.
Si tratta di 8 punti ben determinati: clicca qui per leggere l’approfondimento.

Leggi tutto...

Aiutaci a dire ADDIO alla vendetta di sangue!
Scarica e attacca questo adesivo sulla tua automobile, bicicletta o motorino, all’esterno di casa tua o della tua attività, sul tuo zaino o sul diario e condividi sui social network questa iniziativa!
Con questo gesto darai visibilità alla campagna e ti impegnerai a fare pressione affinché chi è coinvolto in un conflitto rinunci alla vendetta.
Per ulteriori approfondimenti, clicca qui.

Leggi tutto...

Operazione Colomba, il Corpo Nonviolento di Pace dell’Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII, apprende da fonti giornalistiche albanesi dell’omicidio di Indrit Pepa, ventisettenne ucciso il 6 settembre 2018 a Mamurras nella prefettura di Kurbin, per vendicare il ferimento di Azis Markola, commesso da Pepa nel 2013. Ricercato per l’omicidio di Indrit Pepa è Agron Markola, fratello di Azis Markola.

Dal 2013, a seguito del tentato omicidio nei confronti di Azis Markola, conclusosi con il ferimento alle gambe di quest’ultimo, la famiglia di Indrit Pepa ha vissuto autoreclusa per paura di subire una vendetta.

Leggi tutto...

Dedicata a Gjon, un uomo che, pur avendo sofferto le dolorose conseguenze legate al fenomeno della “vendetta di sangue”, si approccia nuovamente alla vita.

Occhi gentili

Vecchio burbero
Dalle mani grandi
E dai capelli bianchi
Hai il volto di un bambino
Scalfito dal sole
Celesti sono i tuoi occhi
E gentile il tuo sguardo

Leggi tutto...

Albert è un ragazzino sveglio e vivace, a volte un po’ timido.
Ci ha confidato che gli piace Ela, la ragazzina più carina del gruppo.
Fredi è furbetto ma dolcissimo, quando sorride storce un po’ la bocca e gli vengono due fossette meravigliose, fa lo sguardo da duro ma gli si legge la bontà negli occhi.
Albert e Fredi sono cugini e amici, inseparabili e complici.
Albert e Fredi sono cugini di sangue, quello stesso sangue che la loro famiglia non si sa se vorrebbe vendicare, quello stesso sangue che scorreva nelle vene del papà di Albert, prima che qualcuno decidesse di togliergli la vita.
Albert e Fredi stamattina guardavano dal furgone la casa di chi ha ucciso il padre di Albert, commentando che non ci fosse nessuno in giro.
Alcuni ragazzini della zona ci dicono che Albert vuole diventare grande subito, per vendicare la morte del padre.

Leggi tutto...