“Hacer memoria es un compromiso por el futuro”.

Questa frase può riassumere le intense giornate che abbiamo vissuto accompagnando la Comunità di Pace di San Josè de Apartadò in Colombia nella commemorazione del massacro di Mulatos e Resbalosa avvenuto il 21 febbraio del 2005. Ogni anno dall’accaduto la comunità ha celebrato un atto di memoria. Una memoria viva, una memoria motore di questa resistenza nonviolenta. Il 19 febbraio già dalle prime ore del mattino a La Holandita si sentivano le voci di chi iniziava con i preparativi del primo di 4 giorni dedicati a hacer memoria di Luis Eduardo, Bellanira, Deiner, Alfonso, Sandra, Santiago, Natalia e Alejandro. Sebastian, figlio di Luis Eduardo che all’epoca del massacro aveva appena due anni, sale sulla colonna del portone d’ingresso e con estrema cura appende uno striscione: “RESISTIAMO PER LA VITA, LOTTIAMO PER LA GIUSTIZIA E CAMMINIAMO PER LA DIGNITA’”.

Leggi tutto...

Una scelta come quella di vivere nella Comunità qui sembra così naturale, così umana, dell’umanità che permette di sentirsi insieme, sorelle e fratelli, di vivere nel rispetto della terra Madre che ci nutre, di alimentarsi di valori come la solidarietà, la condivisione, l’attenzione nei confronti di chi sta accanto, di riconoscere il vero significato della vita.
Qui sembra quasi assurdo il contrario ai miei occhi.

Leggi tutto...

La vittoria della nonviolenza

E’ German Graciano Posso, rappresentante della Comunità di Pace di San Josè de Apartadò, 37 anni, difensore colombiano dei Diritti Umani e della terra, il vincitore della 26° edizione del Premio del Volontariato Internazionale, categoria Volontario dal Sud, promosso da FOCSIV dal titolo “Volontari per lo sviluppo sostenibile: cambiamento climatico e resilienza”.

Promosso dal 1994, in occasione della Giornata Mondiale del Volontariato indetta dalle Nazioni Unite, che ricorre il 5 dicembre, il Premio è il riconoscimento che FOCSIV dedica a quanti si contraddistinguono nell’impegno contro ogni forma di povertà ed esclusione e per l’affermazione della dignità e dei diritti di ogni donna e uomo, dimostrando così impegno costante a favore delle popolazioni del Sud del mondo.

Leggi tutto...

Settembre 2019.
Difficilmente dimenticherò questa giornata.
Dalla prima volta che ho messo piede in questo Paese, 6 anni fa, ho sentito parlare del grande problema dello sfollamento forzato.
Ricordo quando nel 2010 mi raccontavano degli abitanti di Ciudad Bolivar, barrio (quartiere) nel sud di Bogotà dove ho vissuto un paio di mesi.
“Li vedi? Sono quasi tutti desplazados, persone fuggite dalle campagne colombiane per nascondersi dalla guerra”.
“Somos desplazados forzados” è stata forse la frase che più mi sono sentita dire lassù, nella parte alta di quelle colline che circondano la capitale.
Poi sono arrivata nella parte nord della Colombia, l’Urabà Antioqueño, una delle zone più colpite dal conflitto.

Leggi tutto...

Operazione Colomba - APG23 ha candidato Germán Graciano Posso, Rappresentante della Comunità di Pace di San José de Apartadó in Colombia, al Premio del Volontariato Internazionale FOCSIV, nella categoria "Volontario dal Sud". Una parte della votazione è ONLINE.
Il tuo voto è importante non tanto/solo per la vincita del Premio in sé, quanto perché la vittoria potrà dare a Germán quella visibilità internazionale (protezione) fondamentale in questo momento in cui la sua vita è nuovamente in grave pericolo.

Vai su: http://premiodelvolontariato.focsiv.it/it
Crea il tuo Account, entra nella scheda di Germán e… GRAZIE!

Aiutaci a diffondere questo messaggio.