SITUAZIONE ATTUALE

SIRIA - LIBANO
La guerra in Siria prosegue con violenza anche nel mese di Dicembre.
Le violenze si sono intensificate nelle aree a nord ovest di Homs, nella regione di idlib, sotto il controllo di una coalizione di milizie islamiste capitanate dall’ex fronte Al Nusra, dichiaratamente jihadista.
La popolazione civile risulta sotto pressione da più fronti: quello interno con il fondamentalismo e le restrizioni alla libertà personale e di opinione, e quello esterno con l’avanzata del fronte lealista al regime siriano, con aerei russi che bombardano come copertura.
Decine di migliaia di persone sono dovute fuggire dalle città e dai villaggi verso il confine con la Turchia; alcuni nuclei sono arrivati fino in Libano a cercare protezione.

Leggi tutto...

SITUAZIONE ATTUALE

SIRIA - LIBANO
Ad inizio mese le forze del regime siriano hanno intensificato gli attacchi a Daesh nella provincia di Deir al-Zor, riuscendo a riconquistare la quasi totalità della provincia; in particolare sono riusciti a conquistare la cittadina di Albukamal grazie all’appoggio dell’aviazione russa e al sostegno sul campo delle milizie sciite di Hezbollah e di alcune forze irachene. Nonostante ciò, si stima che 1.500 estremisti miliziani siano ancora presenti nella zona. Proseguono anche gli scontri nella regione di Ghouta, vicino alla capitale Damasco; qui le forze del regime stanno fronteggiando i ribelli in una delle loro ultime roccaforti. La zona è stata definita come l’epicentro della sofferenza, con tanti civili in urgente bisogno di cure mediche e di prodotti alimentari.

Leggi tutto...

SITUAZIONE ATTUALE

SIRIA
Dopo mesi di assedio e combattimenti la città di Raqqa è stata conquistata dalle forze a maggioranza curde sostenute dalla coalizione americana; centinaia di jihadisti, insieme alle rispettive famiglie, sono stati evacuati dalla città e trasferiti probabilmente nella Provincia di Idlib e di Dei Ezzor. Non ci sono dati ufficiali sulle perdite tra civili e combattenti, ma potrebbero essere nell'ordine delle migliaia e le distruzioni sono peggiori di quelle subite da Aleppo e Mosul.

Leggi tutto...

SITUAZIONE ATTUALE

SIRIA
Il leader di Hezbollah, Sayyed Hassan Nasrallah, ha dichiarato apertamente di aver vinto la guerra in Siria; allo stesso tempo la Russia ha affermato di aver riconquistato la maggior parte del Paese, lasciando poco margine ai miliziani del califfato. In particolare le ultime forze sono state concentrate nella città di Raqqa e di Dayr az Zor: per quanto riguarda la capitale dell'auto proclamato stato islamico, le forze a maggioranza curda sostenute dagli U.S.A. sono riuscite a liberare il 90% della città, mentre l'offensiva russo-iraniana-governativa è riuscita a spezzare l'interminabile assedio della città sul fiume Eufrate.

Leggi tutto...

SITUAZIONE ATTUALE

SIRIA
In Siria la situazione più tragica rimane quella della città di Raqqa e delle aree circostanti, dove i civili sono stati usati come scudi umani nelle zone controllate da ISIS e al tempo stesso hanno ricevuto sulle loro case una pioggia di bombe e missili lanciati dalla Coalizione internazionale per coprire l’avanzata delle forze curde. Le Nazioni Unite hanno denunciato in numerose occasioni la poca accuratezza nella selezione dei bersagli e delle conseguenti vittime civili coinvolte. Con l’aumentare della violenza e dei combattimenti nella provincia di Raqqa, centinaia di migliaia di persone hanno dovuto abbandonare la regione.

Leggi tutto...