SITUAZIONE ATTUALE

Situazione in Siria e Libano

In Siria i fragili spiragli di pace che si erano nel mese scorso sono stati drasticamente spazzati via dalla ripresa dei combattimenti ad Aleppo.
Verso la metà del mese di Aprile è stata violata la tregua, in vigore dal 27 febbraio, con il bombardamento di Aleppo da parte delle forze del presidente Bashar al Assad. Alcuni gruppi dell’opposizione armata in risposta agli attacchi hanno chiesto alle Nazioni Unite di interrompere i colloqui di Ginevra in corso, minacciando di abbandonare del tutto le trattative vista la mancanza di progressi.

Leggi tutto...

SITUAZIONE ATTUALE

Situazione in Siria e Libano

Dopo cinque anni, più di trecento mila morti e milioni di profughi, finalmente si intravedono spiragli per una pace. A partire da fine febbraio è stata dichiarata una tregua in Siria, imposta da Russia e Stati Uniti, che non riguarda però i combattimenti contro l'Isis e contro Jahbat Al Nusra.
Ad inizio marzo è stato presentato il piano russo per il futuro della Siria, per voce del Ministro degli esteri Riabkov: una Repubblica Federale, divisa in tre parti, tra sunniti, curdi e governo siriano di Assad, in base a criteri etnico-religiosi. Il 15 marzo la Russia ha annunciato il ritiro, dopo mesi di attacchi aerei, cominciati nel settembre 2015, anche se mantiene in Siria la base aerea di Hmeymim e la base navale di Tartus in piena efficienza.

Leggi tutto...

SITUAZIONE ATTUALE

Situazione in Siria e Libano

Sono continuati i bombardamenti russi che hanno ridato fiato e forza al governo di Damasco in vista dei negoziati futuri e creato nuove ondate di profughi da Aleppo verso la Turchia.
La Turchia da parte sua ha continuato a bombardare le postazioni curde in Siria e l'Arabia Saudita si è detta pronta ad intervenire con truppe di terra per fermare l'Isis.

Leggi tutto...

SITUAZIONE ATTUALE

Situazione in Siria

Nel mese di Gennaio sono venute all'attenzione della comunità internazionale alcune situazioni drammatiche di assedio, che in realtà fanno parte della quotidianità vissuta da centinaia di migliaia di siriani ostaggio dell'esercito del regime e dei gruppi fondamentalisti vicini allo Stato Islamico. La pratica del portare le città considerate ostili alla resa per fame viene denunciata da tempo da parte delle principali organizzazioni per i diritti umani come Amnesty International e l'Osservatorio siriano per i diritti umani.

Leggi tutto...

SITUAZIONE ATTUALE

Sul versante della guerra in Siria è impressionante come siano sempre più i Paesi che bombardano e come incidenti come quello tra Russia e Turchia rendano evidente la cattiva coscienza dei Paesi che dovrebbero risolvere la guerra, dopo averla favorita a lungo.
Nei primi giorni di dicembre si sono aggiunti i bombardamenti di Inghilterra e Germania e il rifiuto dell'Italia di prenderne parte.

Leggi tutto...