SITUAZIONE E AZIONI

Mese intenso quello di luglio e pieno di eventi contrastanti: mentre ad At-Tuwani e nei villaggi vicini la vita è stata animata da attività come il Summer Camp (l'annuale Festival della Resistenza Nonviolenta) e dall'arrivo dei clown, non sono mancate le violenze da parte dei coloni, che hanno attaccato per due volte anche degli internazionali. Infatti, nella seconda metà del mese la violenza da parte dei coloni dell'avamposto illegale di Havat Ma'on si è intensificata nei confronti dei pastori palestinesi e degli internazionali. Tre sono gli episodi riscontrati in due settimane. Il primo attacco è avvenuto il 13 luglio, quando tre coloni hanno aggredito un pastore nelle valli sottostanti la colonia di Ma'on.

Leggi tutto...

SITUAZIONE E AZIONI

Mese di giugno, mese molto intenso di lavori ad At-Tuwani, come non si vedeva da tempo. Questo perché ogni famiglia del villaggio, in previsione dell'allacciamento definitivo all'acqua, ha cominciato a scavare i propri pozzi di fronte ad ognuna delle abitazioni. Grandi pozzi di 6 metri di profondità e 5 metri di larghezza. A parte un piccolo accenno di stop dei lavori da parte delle autorità israeliane, per tutto il mese i lavori sono continuati senza sosta e nessuno, né l'esercito né la DCO hanno interrotto gli scavi. In generale l'attività dell'esercito israeliano in quest'area si è concentrata in due eventi principali.

Leggi tutto...

SITUAZIONE E AZIONI

Il mese di Maggio, come ogni primavera che si rispetti, è stato caratterizzato dalla faticosa raccolta del grano nelle valli che circondano sia il villaggio di At-Tuwani  che  l'avamposto israeliano di Havat Ma'on. Nonostante la presenza costante dei coloni nelle valli, la raccolta è stata condotta con successo, senza nessun incidente. E' importante anche sottolineare il ruolo dell'esercito israeliano nell'arginare possibili tentativi di intromissione da parte dei coloni dell'avamposto.
Durante i 22 giorni effettivi di scuola, la scorta militare per bambini si è sempre  presentata.

Leggi tutto...

SITUAZIONE E AZIONI

Dopo un periodo piuttosto teso, culminato con l'accoltellamento di un pastore da parte di un colono nei pressi di At-Tuwani, il mese di aprile si è rivelato più tranquillo del previsto. Ciò ha significato concretamente meno emergenze per noi e soprattutto più tranquillità e quotidianità per il villaggio.
Un'immagine che racchiude in sé il mese appena trascorso e che ci ha fatto assaporare la piena soddisfazione per il nostro "lavoro" è la mezz'ora di sonno che un pastore, visibilmente stanco e affaticato, si è concesso mentre noi eravamo lì ad assicurarci che né soldati, né coloni arrivassero a minacciare lui e il suo gregge.

Leggi tutto...

SITUAZIONE E AZIONI

Nel mese di marzo numerose sono state le occasioni in cui i soldati e la polizia, spesso chiamati dai coloni, hanno tentato di impedire il pascolo delle greggi dei pastori palestinesi nelle valli vicine all'insediamento di Ma'On. A volte i pastori, con il supporto degli internazionali, sono riusciti a fare valere il diritto di pascolo sulle proprie terre. Sono continuate inoltre le azioni nonviolente volte a denunciare le ingiustizie presenti e a dimostrare la voglia di rispondere ad esse con mezzi pacifici.
Sabato 19 Marzo quindi gli abitanti del villaggio hanno piantato alcuni alberi di ulivo e portato alcune greggi al pascolo in una valle rivendicata anche dai coloni israeliani.

Leggi tutto...

Altri articoli...