CONTESTO GENERALE

Per riuscire a comprendere la guerra, i fatti, le nuove dinamiche che si sono innescate e tutto il disastro che sta colpendo ancora adesso la terra di Palestina, è necessario fare qualche passo indietro fino a un fatto cruciale: il rapimento, finito con l'uccisione, di 3 giovani israeliani.

Leggi tutto...

CONTESTO GENERALE

Il 12 giugno 2014, nei pressi della colonia di Gush Etzion, all'interno dei territori Palestinesi occupati, sono stati sequestrati tre ragazzi israeliani. Fin da subito il premier israeliano Netanyahu ha accusato Hamas del rapimento; l'esercito israeliano ha concentrato le ricerche dei tre scomparsi soprattutto nella regione di Hebron.
Nei 18 giorni di ricerca la popolazione palestinese è stata sottoposta ad una serie di punizioni collettive in violazione del diritto internazionale umanitario e dei diritti umani.

Leggi tutto...

CONTESTO GENERALE

Il mese di maggio è la coda finale della raccolta. Per i palestinesi delle colline a sud di Hebron la raccolta è un momento dell'anno vitale, tanto che tutto si è un po' fermato. Chi, oltre ai campi e ai greggi nel villaggio, ha un lavoro anche in città, si è preso una vacanza per completare la raccolta; tutti, bambini, vecchi, uomini, donne, stranieri (come noi) hanno lavorato duramente per terminare, nei tempi che la terra e il sole richiedono, la raccolta dei cereali.

Leggi tutto...

CONTESTO GENERALE

Nel mese di marzo le colline a sud di Hebron si erano colorate di verde, regalando agli occhi, principalmente nell'ora del tramonto, lo spettacolo di un mare fatto di spighe di grano che mosse dal vento imitavano le onde.
In questo aprile il mare ha iniziato a imbiondire, il verde è divenuto giallo, e l'occhio che prima rimirava la bellezza delle colture standosene però distaccato, è ora immerso in questo mare, chino sulle spighe a guidare i movimenti dei braccianti.

Leggi tutto...

CONTESTO GENERALE

A marzo è arrivata la pioggia e con essa abbiamo assistito al ritorno del colore della speranza sulle colline a sud di Hebron, il verde.
Marzo, un mese all'insegna di azioni per rivendicare le proprie terre e i propri Diritti nei confronti dello Stato israeliano e dei coloni. Un mese che ha visto i componenti del Comitato Popolare urlare “silenziosamente” che queste sono le loro colline, le loro terre e che non intendono rinunciare alla loro vita, alla loro dignità e quotidianità.

Leggi tutto...