La terza spedizione del questionario: Operazione Colomba non si arrende

Albania

Operazione Colomba ha deciso di rilanciare il proprio impegno contro il fenomeno delle Vendette di Sangue, inviando nuovamente, ai sindaci che non hanno ancora risposto, le domande sul fenomeno. Si tratta del terzo invio, il terzo sollecito, la terza spedizione del questionario. Infatti, dopo tre mesi dal lancio della Campagna Un popolo Contro le Vendette di Sangue, è arrivato il momento di tirare le somme e raccogliere i dati sulla partecipazione di candidati e sindaci.

 

Le risposte che ci sono arrivate sono state davvero poche: solo sette candidati hanno risposto alle nostre domande e ancora meno sono stati i sindaci. Solo quattro di questi ultimi, infatti, ci hanno inviato una risposta.

Lettera di accompagnamento alla terza spedizione del questionario

Operazione Colomba però non si arrende. Il superamento del fenomeno delle Vendette di sangue ci sta troppo a cuore per lasciare che il disinteresse generalizzato della classe politica ci scoraggi. E allora incalziamo e insistiamo. La lettera di accompagnamento, questa volta, specifica che si tratta della terza spedizione del questionario – l’ultima! – e che la scadenza massima consentita per riceve le risposte da elaborare nelle nostre statistiche è il 30 settembre.

Segue il testo integrale della lettera:


Egregio Sindaco,

Operazione Colomba, il Corpo Nonviolento di Pace della Comunità Papa Giovanni XXIII, opera in Albania dal 2010 per favorire il superamento del fenomeno della “hakmarrja” e della “gjakmarrja”.

Ogni anno Operazione Colomba organizza campagne di sensibilizzazione nazionali allo scopo di unire e incanalare gli sforzi da parte della società civile e delle istituzioni nazionali nella lotta al fenomeno. Quest’anno, in occasione delle Elezioni Amministrative, Operazione Colomba ha deciso di sottoporre a tutti i candidati alcune domande sul tema del fenomeno “hakmarrja” e “gjakmarrja” in modo da sollecitarne un impegno concreto atto a sradicare questa pratica. Alcune risposte sono arrivate da diversi candidati prima del 21 giugno 2015, consultabili anche sul nostro blog.

Ora i risultati elettorali sono usciti e i Sindaci di tutta l’Albania sono stati eletti. Quindi Operazione Colomba ha ancora più necessità delle risposte dei Sindaci Albanesi per contrastare questo fenomeno. Ad oggi sono giunte risposte da alcuni Sindaci neoeletti.

Di conseguenza Operazione Colomba Le invia nuovamente il questionario che ha già ricevuto in data 9 maggio 2015 e in data 9 luglio 2015. Attraverso queste domande Lei avrà la possibilità di dimostrare alla Società Civile che rappresenta quali passi concreti intraprenderà per contrastare ed arginare questo fenomeno che, in diverse zone dell’Albania, e’ motivo di morte, di dolore, di violenza, di paura e di rischio per i cittadini albanesi.

Con la presente, Le chiediamo di rispondere al questionario allegato entro la data 30 settembre 2015. In seguito a questa data verrà pubblicato un report sui risultati della campagna. Le statistiche prodotte terranno in considerazione sia le risposte ricevute che le mancate risposte. Il documento sarà inviato a tutte le autorità nazionali (Presidente della Repubblica, Primo Ministro, Ministeri, Parlamento, Avvocato del Popolo) e alle principali istituzioni internazionali (Unione Europea, OSCE in Albania, Consiglio per i Diritti Umani dell’ONU).

Siamo certi che anche Lei ha a cuore il superamento di questo fenomeno. RingarziandoLa per la collaborazione, rimaniamo in attesa delle Sue risposte.

Cordialmente,
Operazione Colomba