GIORNO 27

Ciao a tutti,
oggi e' partita Teresa per l'Italia. L'abbiamo accompagnata e ora siamo a Beirut. Siamo in tre. Anche la "tempesta Alexa" e' ormai passata, lasciando il clima più caldo e soleggiato, con sollievo di tutti. Sara ha pero' nel frattempo accusato una gastroenterite, da cui comunque e' gia guarita. I carmelitani di Quabayat ci hanno ospitato nei giorni più duri e ci daranno una stanza e un appoggio gratuito anche nel futuro.

Leggi tutto...


GIORNO 22

Ciao a tutti,
in effetti abbiamo dovuto molto malvolentieri dar ragione a quelli del campo: la nostra tenda non era molto adatta. La prima notte di vento e pioggia ha colpito in particolare K., che si e' svegliato con i piedi a mollo...

Leggi tutto...

Italia/Libano

Khaled è nato nel 1976, ha una moglie e tre figlie dai nomi zingareschi. Un anno e mezzo fa è scappato dalla sua bella casa a Homes. Era stato richiamato nell'esercito come riservista ma non voleva combattere per Assad. É scappato subito dopo la chiamata per non essere trovato, gli avrebbero ucciso la famiglia. Si sono spostati a Shams, vicino Damasco, finché una notte arriva la chiamata di un amico che lo avvisa dell'arrivo dell'esercito.

Leggi tutto...


GIORNO 16

Ciao a tutti,
vi mando solo un breve saluto per dirvi che stanotte passeremo la prima notte in tenda al campo profughi! Dopo aver lottato con la pioggia e il vento (e con l'entusiasmo dei bimbi che ci volevano aiutare e mettere le mani dappertutto) siamo riusciti a sistemare la tenda.

Leggi tutto...


GIORNO 14

Ciao a tutti,
vi scrivo oggi da convalescente, dopo un giorno di gastroenterite passata direi ormai con successo... Dall'ultima volta che vi ho scritto ci ha raggiunto Marcello e ci siamo stabiliti a nord di Tripoli, riuscendo a passare la zona degli scontri. Abbiamo fatto la strada più diretta, sfruttando una breve cessazione delle ostilità: praticamente siamo stati i primi e il tassista per sicurezza faceva circa i 150.

Leggi tutto...