SITUAZIONE ATTUALE

Luglio è il mese che segna la fine del Ramadan e l'inizio dei festeggiamenti, delle visite da parte dei palestinesi ai parenti che vivono distanti, il mese dei matrimoni. Purtroppo però è continuato a crescere il numero dei blocchi di diversi snodi stradali che collegano villaggi e città palestinesi della zona di Hebron, negando alla popolazione palestinese il diritto alla libertà di movimento, in un periodo tanto importante dell'anno.

Leggi tutto...

SITUAZIONE ATTUALE

Giugno è il mese del Ramadan, il mese sacro per i musulmani, durante il quale il digiuno diurno rallenta i ritmi e le giornate.
Eppure, la calma apparente che sembrava legata a questo mese è stata scossa da gravi avvenimenti che hanno continuato ad alimentare il conflitto. L'8 Giugno, a Tel Aviv, due ragazzi palestinesi, provenienti dalla città di Yatta, a sud di Hebron, hanno fatto fuoco in un bar del centro provocando la morte di quattro persone e numerosi feriti.

Leggi tutto...

SITUAZIONE ATTUALE

Questo mese, forse più di altri, ci ha offerto un chiaro esempio di cosa si intende quando si parla di “normalizzazione” in un contesto di occupazione. Maggio è un mese di transizione, la scuola finisce, finiscono i raccolti e tutti si preparano all'arrivo del Ramadan. Si respira la frenesia, tutti i lavori più faticosi devono essere completati prima del mese di digiuno, i bambini aprono la stagione dei bagni nei pozzi, i più grandi si rintanano a studiare per il Tawjihi (la maturità). Ad un occhio poco abituato potrebbe sorgere spontanea la domanda "ma dov'è questa occupazione?".

Leggi tutto...

SITUAZIONE ATTUALE

Aprile è iniziato con la demolizione da parte dell’esercito israeliano di sei abitazioni nel villaggio beduino di Um Al Kher, nelle colline a Sud di Hebron: 35 palestinesi, di cui 17 bambini, sono rimasti senza casa!
Nonostante nelle prime due settimane non si siano registrati morti palestinesi o israeliani nel contesto di aggressioni o scontri (dal mese di ottobre 2015, quando ha avuto inizio la nuova esplosione di violenza, questo è stato il periodo più lungo senza uccisioni), nei Territori palestinesi occupati le Forze israeliane solo questo mese hanno ferito 104 palestinesi, tra cui 17 minori.

Leggi tutto...

SITUAZIONE ATTUALE

L’ondata di violenza, iniziata ad ottobre del 2015, continua a scuotere la Palestina anche durante il mese di marzo.
Un grave episodio ha segnato questo periodo, accaduto tra l'altro nella città di Hebron, non lontano da dove Operazione Colomba mantiene la sua presenza.
Il 24 marzo, a seguito di uno scontro tra militari israeliani e giovani palestinesi, le cui cause sono ancora poco chiare (i soldati sostengono che i due palestinesi avrebbero tentato di attaccarli con un coltello; altri palestinesi dicono invece che i due non costituivano alcuna minaccia), un soldato israeliano è rimasto ferito, un palestinese è stato ucciso ed un altro ferito.

Leggi tutto...