SITUAZIONE ATTUALE

Il 2015 è arrivato anche in Palestina e ha portato neve e freddo, ma nessuna nuova speranza per la fine dell’occupazione israeliana. La neve sembra quasi aver incastrato fiducia e speranza in una trappola di ghiaccio, paralizzandole. Nulla di nuovo, i Palestinesi vivono sotto occupazione israeliana ormai dal 1967, quando l'esercito israeliano conquistò la Cisgiordania, Gaza e le alture del Golan.

Leggi tutto...

SITUAZIONE ATTUALE

Quando, nel 2000, gli abitanti delle Colline a sud di Hebron, che erano stati evacuati dalle proprie case e deportati più a nord, riottennero il diritto di tornare nei propri villaggi, lanciarono un messaggio alle forze dell'occupazione: la violenza, le minacce, le ingiustizie non li avrebbero dissuasi dalla loro resistenza.

Leggi tutto...

SITUAZIONE ATTUALE

Era il 29 Novembre del 1947 quando l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite adottò l'ormai celebre Risoluzione 181 (II) sulla partizione della Palestina. Sessantasette anni dopo, questo giorno viene ancora celebrato in tutto il mondo come l'International Day of Solidarity with the Palestinian People.

Leggi tutto...

SITUAZIONE ATTUALE

Se volessimo adottare un vocabolo per raccontare il mese di Ottobre, il più adatto sarebbe “coinvolgimento”. La lingua inglese ne coglie due sfumature distinte. L'aggettivo “committed”, infatti non esprime solo quel coinvolgimento passivo, l'essere inglobati nel fluire di eventi, espresso dall'aggettivo “involved”. E' un coinvolgimento attivo, energico e contagioso quello che trasmettono i palestinesi delle Colline a Sud di Hebron a Ottobre.

Leggi tutto...

SITUAZIONE ATTUALE

Il mese di settembre inizia subito dopo l'annuncio della tregua a Gaza: il sollievo per la fine dell'operazione militare israeliana è tangibile anche in Cisgiordania, dove si spengono le televisioni coi notiziari sulla Striscia e rispuntano i primi sorrisi prudenti.

Leggi tutto...